F.A.Q.
F.A.Q.

Rete Pietra Naturale Autentica

F.A.Q.

Qual è la differenza tra marmo e granito? +

Le differenze tra questi due materiali naturali di grande pregio sono dovute soprattutto alla loro origine.
MARMO:
– è composto principalmente da carbonato di calcio;
– subisce maggiormente l’azione delle componenti acide;
– presenta colori più brillanti e facilmente mescolabili tra loro per creare scacchiere e disegni geometrici.

GRANITO:
– è composto da silicati
– molto resistente ai graffi;
– teme l’azione delle componenti oleose;
– ha tendenzialmente una colorazione più omogenea.

La scelta del materiale dipende sempre dalle caratteristiche del progetto, ma in ogni caso, ogni lastra è diversa dall’altra per distribuzione della vena, tonalità del colore e altre caratteristiche che esaltano l’unicità del prodotto.

Dove possono essere utilizzati marmo e granito? +

La scelta tra marmo e granito è sicuramente in primo luogo una scelta personale e di gusto sulla base della tonalità cromatica e del contesto dove il materiale si vuole utilizzare.
In linea generale il granito risulta essere un materiale più resistente e duraturo. Solitamente lo si preferisce per la pavimentazione di zone ad alto calpestio, come ad esempio un edificio pubblico o un centro commerciale.
Il marmo è certamente più indicato e maggiormente utilizzato in ambienti interni.  Per aumentare la resistenza del materiale alle macchie di acqua, olio e sostanze macchianti comuni, raccomandiamo di utilizzare dei protettivi preferibilmente a base acqua, traspiranti che proteggano in modo assolutamente invisibile il materiale. La scelta deve ricadere su marchi riconosciuti nel mercato per avere una garanzia di protezione nel tempo.

Pulizia e manutenzione della pietra naturale +

Una pulizia regolare con prodotti neutri che non lascino residui come cere, profumi e non richiedano risciacquo, permette di mantenere inalterato nel tempo lo splendore della pietra naturale.
Prodotti che non corrispondono ad un pH neutro (valore variabile tra 6 e 8) possono aggredire la superficie in pietra naturale. Nel caso in cui succedesse, l’opacità può venire recuperata con polish e pad professionali.
È buona norma anche prevedere una manutenzione straordinaria programmata che permetta di ripristinare i prodotti di protezione applicati precedentemente.

Come faccio a togliere macchie o aggressioni già esistenti dalla pietra naturale? +

La pietra è un materiale magnifico, vivo e pieno, ma ha la propensione ad assorbire acqua, agenti macchianti ed essere aggredita da sostanze acide. Va, quindi, sempre preventivamente trattata con protettivi che riducono l’assorbimento: questo permette di bloccare il degrado tipico dei materiali naturali.
In caso di macchie o aggressioni acide si può procedere con la levigatura della superficie, che torna al suo splendore originale. Onde evitare misure straordinarie come la levigatura della superficie, si consiglia sempre di osservare un comportamento preventivo e usare prodotti chimici che possano proteggere la superficie da macchie o aggressioni acide, permettendone un mantenimento facile e veloce senza in alcun caso alterare la finitura e la bellezza del materiale, anzi, in molti casi capaci di esaltare le caratteristiche uniche di colore e disegno della pietra. La scelta deve ricadere su marchi riconosciuti nel mercato per avere una garanzia di protezione nel tempo.

©2019 PNA | All right reserved